17 Luglio 2021

LPGA a coppie: festa in casa Jutanugarn

Ariya e Moriya Jutanugarn con i trofei Ariya e Moriya Jutanugarn con i trofei

Sorelle felici e vincenti. Le thailandesi di Bangkok Ariya e Moriya Jutanugarn si sono imposte con 256 (67 59 71 59, -24) nel Dow Great Lakes Bay Invitational, torneo a coppie del LPGA Tour disputato sul percorso del Midland Country Club (par 72), a Midland, nel Michigan. Nel giro finale giocato con formula fourball hanno replicato il 59 (-13) già ottenuto con la stessa formula nel secondo turno (primo e terzo foursome) e hanno avuto ragione di Cydney Clanton e della thailandese Jasmine Suwannapura (259, -21), che le hanno tentate tutte per difendere il titolo. Al terzo posto con 261 (-19) Yealimi Noh e la coreana A Lim Kim e la thailandese Pajaree Anannarukarn insieme all’indiana Aditi Ashok, al quinto con 262 (-18) la filippina Yuka Saso e l’australiana Minjee Lee. Poca gloria per Lexi Thompson e per la giapponese Nasa Hataoka, 12.e con 266 (-14), e per le due coppie favorite, entrambe 17.e con 267 (-13), quelle formate dalle sorelle Korda, Nelly numero uno mondiale, e Jessica, e dalle coreane Inbee Park e So Yeon Ryu, due World Ladies Championship conquistate (2014-2015), la versione al femminile della World Cup maschile.

Ariya Jutanugarn, 25 anni, ex numero uno mondiale (23 settimane tra giugno 2017 e ottobre 2018) ha portato a dodici i titoli sul circuito comprensivi di due major. La sorella maggiore Moriya, 26 anni, è al secondo, ma da dilettante era considerata il gioiello di famiglia. Sono uscite dopo 36 buche Giulia Molinaro e la svedese Dani Holmqvist, 49.e con 139 (72 67, -1). Per l’azzurra è il secondo taglio consecutivo subito dopo il brillante terzo posto nel KPMG Women’s PGA Championship, suo miglior risultato in un major.

 

TERZO GIRO - Ancora un cambio della guardia nel terzo giro disputato con formula foursome (il quarto fourball) del Dow Great Lakes Bay Invitational, torneo a coppie del LPGA Tour in svolgimento sul percorso del Midland Country Club (par 72), a Midland, nel Michigan. Conducono con 195 (-15) colpi la thailandese Pajaree Anannarukarn e l’indiana Aditi Ashok (65 63 67) e Cydney Clanton e la thailandese Jasmine Suwannapura (65 65 65), che difendono il titolo e già al comando dopo un turno. Hanno recuperato due posizioni la spagnola Carlota Ciganda e l’inglese Mel Reid, terze con 196 (-14,) e sono al quarto posto con 197 (-13) Yealimi Noh e la coreana A Lim Kim, le altre due coreane Mi Jung Hur e Jeongeun Lee6 e le sorelle thailandesi Ariya e Moriya Jutanugarn, al comando dopo due giri. Tardivo risveglio delle sorelle Korda, Nelly leader mondiale e Jessica, da 23.e a settime con 200 (-10) e nessuna chance per Lexi Thompson e per la giapponese Nasa Hataoka, 15.e con 201 (-9), e per le coreane Inbee Park e So Yeon Ryu, 17.e con 202 (-8), due World Ladies Championship insieme (2014-2015), la versione al femminile della World Cup maschile.

Sono uscite dopo 36 buche Giulia Molinaro e la svedese Dani Holmqvist, 49.e con 139 (72 67, -1). Per l’azzurra è il secondo taglio consecutivo subito dopo il brillante terzo posto nel KPMG Women’s PGA Championship, suo miglior risultato in un major. Il montepremi è di 2.300.000 dollari .

 

SECONDO GIRO - Le sorelle thailandesi Ariya e Moriya Jutanugarn sono passate a condurre con 126 (67 59, -14) colpi, dopo il secondo turno condotto con formula fourball, nel Dow Great Lakes Bay Invitational, torneo a coppie del LPGA Tour in svolgimento sul percorso del Midland Country Club (par 72), a Midland, nel Michigan. Non ha superato il taglio Giulia Molinaro, che giocava insieme alla svedese Dani Holmqvist. Le due hanno concluso al 49° posto con 139 (72 67, -1) colpi, tre oltre il limite di qualifica.

Sono al secondo con 128 (-12) la thailandese Pajaree Anannarukarn e l’indiana Aditi Ashok e al terzo con 129 (-11) le coreane Mi Jung Hur e Jeongeun Lee6 e le thailandesi Wichanee Meechai e Pavarisa Yoktuan. Sono scese dalla prima alla quinta posizione con 130 (-10) Cydney Clanton e la thailandese Jasmine Suwannapura, che difendono il titolo, mentre è stata una giornata decisamente storta per le sorelle Korda, Nelly numero uno mondiale, e Jessica, precipitate dalla vetta al 23° posto con 134 (-6). Hanno fatto qualcosa di meglio, pur se hanno disceso la classifica di sei gradini, le coreane Inbee Park e So Yeon Ryu, 13.e con 132 (-8), due World Ladies Championship insieme (2014-2015), la versione al femminile della World Cup maschile. Il terzo turno si disputerà con formula foursome e nel quarto si tornerà alla fourball. Il montepremi è di 2.300.000 dollari .

 

PRIMO GIRO - Giulia Molinaro e la svedese Dani Holmqvist sono al 44° posto con 72 (par) colpi, appena oltre la linea del taglio, nel Dow Great Lakes Bay Invitational, torneo a coppie del LPGA Tour che si sta svolgendo sul percorso del Midland Country Club (par 72), a Midland, nel Michigan.

Sono al vertice con 65 (-7) quattro team composti da Cydney Clanton e dalla thailandese  Jasmine Suwannapura, che difendono il titolo, da Nelly Korda, leader mondiale, e dalla sorella Jessica, da Lauren Stephenson e da Jillian Hollis e dall’indiana Adiki Ashok e dalla thailandese Pajaree Anannarukarn. Al quinto posto con 66 (-6) le thailandesi Wichanee Meechai e Pavarisa Yoktuan e la spagnola Carlota Ciganda insieme all’inglese Mel Reid.

L’evento si gioca con formula foursome, adottata nel primo giro e che sarà ripetuta nel terzo, e con formula fourball nel secondo e nel quarto. Dopo 36 buche il taglio lascerà in gara le migliori 35 coppie e le pari merito al 35° posto.  Il montepremi è di 2.300.000 dollari

 

LA VIGILIA - Sul percorso del Midland Country Club, a Midland, nel Michigan, si svolge il Dow Great Lakes Bay Invitational (14-17 luglio), con l’insolita formula a coppie.

Sarà in campo Giulia Molinaro che giocherà insieme alla svedese Dani Holmqvist. L’azzurra è chiamata a riscattare l’uscita al taglio della scorsa settimana al Marathon Classic quando ha interrotto una striscia positiva che durava da otto tornei (7 sul LPGA Tour e uno sul LET, il Ladies Italian Open),.Uno stop giunto dopo il terzo posto al KPMG Women’s PGA Championship, suo miglior risultato in un major..

Tra le coppie favorite le sorelle Korda, Nelly numero uno mondiale, e Jessica, le coreane Inbee Park e So Yeon Ryu, due World Ladies Championship insieme (2014-2015), la versione al femminile della World Cup maschile, la coreana In Gee Chun e la canadese Brooke M. Henderson, le sorelle thailandesi Ariya e Moriya Jutanugarn, la giapponese Nasa Hataoka (suo il Marathon Classic) e Lexi Thompson e la neozelandese Lydia Ko e Danielle Kang. Difendono il titolo Cydney Clanton e la thailandese   Jasmine Suwannapura in un contesto che comprende tredici vincitrici stagionali.

L’evento si giocherà con formula foursome nel primo e nel terzo giro e con formula fourball nel secondo e nel quarto. Dopo 36 buche il taglio lascerà in gara le migliori 35 coppie e le pari merito al 35° posto.  Il montepremi è di 2.300.000 dollari

Primo piano

  • Olimpiadi: a Tokyo
    sara la quarta volta
    per il golf. La storia
    Olimpiadi: a Tokyo sarà la quarta volta per il golf. La storia 25/07/2021

    A Tokyo 2020 il golf sarà di scena per la quarta volta nella storia delle Olimpiadi iniziata nel 1896 ad Atene in Grecia. Le gare si svolgeranno al Kasumigaseki Country Club di Saitomo, dal 29 luglio al 1 agosto quella maschile e dal 4 al 7 agosto quella femminile. In campo 120 giocatori, 60 uomini e altrettante donne che competeranno sulla distanza di 72 buche, senza taglio. Difenderanno i colori azzurri Guido Migliozzi e Renato Paratore (che vinse l’oro ai Giochi Giovanili nel 2014) e tra le 60 donne vi saranno Giulia Molinaro (alla seconda Olimpiade dopo Rio 2016) e Lucrezia Colombotto Rosso.

    Il percorso, stato inaugurato nel 1929, è uno dei più famosi del Giappone, il primo ad avere avuto 18 buche. Ha subito quasi immediatamente un restyling nel 1930 ad opera dell’architetto Charles Hugh Alison e nel 2016 Jim Fazio gli ha dato la configurazione attuale. 

    Il golf nel 1900 e nel 1904 – Il golf apparve ai Giochi Olimpici per la prima volta nel 1900 a Parigi. L’oro maschile nel golf toccò allo statunitense Charles Sands. (Cliccare sul titolo per continuare)

Golf Story

  • I "tre moschettieri"
    e il super maestro
    del golf italiano
    I "tre moschettieri" e il super maestro del golf italiano 15/04/2021

    Da 2 al 5 settembre prossimo tornerà l’Open d’Italia. Sarà la 78ª edizione dell’evento nato nel 1925  che però in tanti anni ha espresso solo sei vincitori italiani, due capaci di fare doppietta, Ugo Grappasonni (1950-1954) e Francesco Molinari (2006-2016) che si sono affiancati a Francesco Pasquali, a segno dell’edizione inaugurale del 1925, Aldo Casera (1948), Baldovino Dassù (1976) e a Massimo Mannelli (1980). Tra i "magnifici sei" soffermiamo l’attenzione su Aldo Casera e Ugo Grappasonni, due esponenti dei mitici "Tre moschettieri" del golf italiano. 

    Del trio faceva parte anche Alfonso Angelini, che non ebbe mai la fortuna di vincere l’Open, ma che detiene un primato probabilmente destinato a perenne imbattibilità: si impose per ben dieci volte nel Campionato Nazionale Omnium, oggi Campionato Nazionale Open.  La loro storia si intreccia con quella di un altro grandissimo personaggio, Pietrino Manca "il maestro dei maestri" che ha trascorso tutta la sua vita al Circolo Golf Roma Acquasanta

    (Cliccare sul titolo per continuare a leggere)

Viaggi

Attualità

Cerca