25 Settembre 2022

LET: Irish Open a Klara Spilkova. Carta 49ª

Klara Spilkova (Mark Runnacles LET) Klara Spilkova (Mark Runnacles LET)

Klara Spilkova (66 68 73 67) ha conquistato il KPMG Women's Irish Open, torneo del Ladies European Tour che si è disputato al Dromoland Castle Golf Club, a Newmarket-on-Fergus, in Irlanda. La ceca si è imposta al playoff davanti alla finlandese Ursula Wikstrom (69 66 71 68) e alla danese Nicole Broch Estrup (70 66 70 68) dopo che tutte e tre avevano chiuso le 72 buche regolamentari con un totale di 274 (-14) colpi. Virginia Elena Carta, unica azzurra in gara, si è piazzata 49/a con uno score di 287 (72 71 73 71, -1).

Per la 27enne di Praga si tratta del secondo successo in carriera sul LET dopo quello ottenuto nel 2017 al Lalla Meryem Cup. Grazie a questo exploit, la classe 1994 ha incassato un assegno di 60.000 euro su un montepremi complessivo di 400.000.

Il prossimo appuntamento del Ladies European Tour saà l'Aramco Team Series - New York, in programma dal 13 al 15 ottobre sul percoro del Trump Golf Links At Ferry Point.

 

LA VIGILIA - Virginia Elena Carta è nell’ottimo field del KPMG Women's Irish Open, il torneo del Ladies European Tour in programma dal 22 al 25 settembre sul tracciato del Dromoland Castle Golf Club, a Newmarket-on-Fergus in Irlanda. L’azzurra, in un buon momento di forma, ha ottenuto tre top 15 nelle ultime sei uscite con un ottavo posto (Big Green Egg Open) suo miglior risultato nel 2022.

Tra le favorite dell’evento alcune vincitrici stagionali, a iniziare dalla svedese Linn Grant, numero uno della Road To Costa del Sol (ordine di merito) e quattro successi nell’anno, per proseguire con la francese Anne-Charlotte Mora, la finlandese Tiia Koivisto, la belga Manon De Roey, la spagnola Ana Pelaez Trivino, le inglesi Meghan MacLaren e Liz Young e con la ceca Jana Melichova.

Tra le altre possibili protagoniste ricordiamo la scozzese Catriona Matthew, capitana del Team Europe nelle ultime due vittoriose Solheim Cup, l’irlandese Leona Maguire, l’inglese Gabriella Cowley, l’argentina Magdalena Simmermacher, la sudafricana Nicole Garcia, l’olandese Anne Van Dam, la ceca Klara Spilkova, la slovena Pia Babnik e le indiane Tvesa Malik e Diksha Dagar. Il montepremi è di 400.000 euro.

Primo piano

  • DP World Tour: Dunhill Links in Scozia con formula Pro-Am. In campo sei italiani
    DP World Tour: Dunhill Links in Scozia con formula Pro-Am. In campo sei italiani 28/09/2022

    Torna un evento classico nel calendario del DP World Tour, l’Alfred Dunhill Links Championship, in programma dal 29 settembre al 2 ottobre. Nato nel 2001 e giunto alla 21ª edizione, il torneo si disputa con formula Pro-Am, con coppie, formate da un pro e da un dilettante, in cui figureranno personaggi del mondo dello sport, dello spettacolo e della cultura. Si gioca sui tre percorsi scozzesi dell’Old Course di St. Andrews, del Carnoustie Golf Links e del Kingsbarns Golf Links sulla distanza di 72 buche con taglio dopo 54 che lascerà in gara per il round conclusivo i primi 60 pro della graduatoria individuale e le prime 20 coppie di quella a squadre, oltre ai pari merito.

    Gli azzurri - Sei gli italiani in gara: Guido Migliozzi, molto atteso dopo la spettacolare rimonta con cui si è imposto domenica scorsa nel Cazoo Open de France, Francesco Molinari, deciso a prendere punti nella corsa verso la Ryder Cup 2023, Renato Paratore, Andrea Pavan e Francesco Laporta, terzetto teso a chiudere la stagione con acuti significativi, e Filippo Celli, passato al professionismo in occasione del DS Automobiles 79° Open d’Italia.

    (Cliccare sul titolo per contnuare a leggere)

Golf Story

  • I "tre moschettieri"
    e il super maestro
    del golf italiano
    I "tre moschettieri" e il super maestro del golf italiano 15/04/2021

    Da 2 al 5 settembre prossimo tornerà l’Open d’Italia. Sarà la 78ª edizione dell’evento nato nel 1925  che però in tanti anni ha espresso solo sei vincitori italiani, due capaci di fare doppietta, Ugo Grappasonni (1950-1954) e Francesco Molinari (2006-2016) che si sono affiancati a Francesco Pasquali, a segno dell’edizione inaugurale del 1925, Aldo Casera (1948), Baldovino Dassù (1976) e a Massimo Mannelli (1980). Tra i "magnifici sei" soffermiamo l’attenzione su Aldo Casera e Ugo Grappasonni, due esponenti dei mitici "Tre moschettieri" del golf italiano. 

    Del trio faceva parte anche Alfonso Angelini, che non ebbe mai la fortuna di vincere l’Open, ma che detiene un primato probabilmente destinato a perenne imbattibilità: si impose per ben dieci volte nel Campionato Nazionale Omnium, oggi Campionato Nazionale Open.  La loro storia si intreccia con quella di un altro grandissimo personaggio, Pietrino Manca "il maestro dei maestri" che ha trascorso tutta la sua vita al Circolo Golf Roma Acquasanta

    (Cliccare sul titolo per continuare a leggere)

Viaggi

Attualità

Cerca