26 Settembre 2022

LPGA: guizzo di Atthaya Thitikul, out Molinaro

Atthaya Thitikul Atthaya Thitikul

Secondo successo sul LPGA Tour per la thailandese Atthaya Thitikul, 19enne di Ratchaburi, che ha concluso con 196 (67 61 68, -17) colpi il Walmart NW Arkansas Championship presented By P&G sul percorso del Pinnacle Country Club (par 71), a Rogers in Arkansas, dove Giulia Molinaro, 71ª con 139 (72 67, -3), è uscita al taglio per un colpo.

Atthaya Thitikul, che si è anche imposta sul Ladies European Tour per quattro volte (due da dilettante), ha terminato il torneo alla pari con Danielle Kang (196 - 67 65 64) - tornata da poco alle gare essendosi dovuta curare per una grave malattia alla colonna vertebrale - e poi l’ha superata alla seconda buca di spareggio. Round in 68 (-3) colpi per la Thitikul con quattro birdie e un bogey e in 64 (-7) per la Kang, con un eagle e cinque birdie, miglior parziale di giornata.

Al terzo posto con 197 (-16) la coreana Chella Choi, al quarto con 199 (-14) la thailandese Pornanong Phlatum e tra le sette concorrenti al quinto con 200 (-13) Lizette Salas, la neozelandese Lydia Ko e la francese Celine Boutier.

Difesa del titolo fallita dalla giapponese Nasa Hataoka, 58ª con 209 (-4), e torneo da dimenticare per Nelly Korda, Lexi Thompson e per l’australiana Minjee Lee, tutte uscite al taglio, caduto a 138 (-4), con lo stesso 140 (-2). La vincitrice è stata gratificata con un assegno di 345.000 dollari su un montepremi di 2.300.000 dollari.

 

LA VIGILIA - E’ tutto pronto sul percorso del Pinnacle Country Club di Rogers (Arkansas), dove andrà in scena il Walmart NW Arkansas Championship Presented By P&G, torneo del LPGA Tour. Un field di alto livello, con sei delle migliori dieci atlete dell’ordine di merito che parteciperanno all’evento. Ci sarà anche Giulia Molinaro, che proverà a riscattarsi dopo il taglio subito la scorsa settimana. La manifestazione si disputerà dal 23 al 25 settembre sulla distanza di 54 buche e metterà in palio un montepremi complessivo di 2.300.000 dollari.

Tra le atlete da tenere d’occhio ci sarà Nasa Hataoka, vincitrice lo scorso anno e numero dieci del Rolex Rankings. Oltre alla giapponese, saranno presenti anche Nelly Korda (campionessa olimpica a Tokyo e numero due della classifica mondiale), Minjee Lee (seconda lo scorso anno e terza nel ranking), Lydia Ko (numero quattro), Atthaya Thitikul (numero cinque), Lexi Thompson (numero sette).

Mancano sette tornei alla fine della stagione e la corsa per la miglior giocatrice del Rolex Rankings è ancora tutta da decidere. Sarà assente, però, la leader della classifica Jin Young Ko. Una ghiotta occasione per Nelly Korda e Minjee Lee per provare ad accorciare le distanze sulla coreana, saldamente al comando da gennaio.

Primo piano

  • DP World Tour: Dunhill Links in Scozia con formula Pro-Am. In campo sei italiani
    DP World Tour: Dunhill Links in Scozia con formula Pro-Am. In campo sei italiani 28/09/2022

    Torna un evento classico nel calendario del DP World Tour, l’Alfred Dunhill Links Championship, in programma dal 29 settembre al 2 ottobre. Nato nel 2001 e giunto alla 21ª edizione, il torneo si disputa con formula Pro-Am, con coppie, formate da un pro e da un dilettante, in cui figureranno personaggi del mondo dello sport, dello spettacolo e della cultura. Si gioca sui tre percorsi scozzesi dell’Old Course di St. Andrews, del Carnoustie Golf Links e del Kingsbarns Golf Links sulla distanza di 72 buche con taglio dopo 54 che lascerà in gara per il round conclusivo i primi 60 pro della graduatoria individuale e le prime 20 coppie di quella a squadre, oltre ai pari merito.

    Gli azzurri - Sei gli italiani in gara: Guido Migliozzi, molto atteso dopo la spettacolare rimonta con cui si è imposto domenica scorsa nel Cazoo Open de France, Francesco Molinari, deciso a prendere punti nella corsa verso la Ryder Cup 2023, Renato Paratore, Andrea Pavan e Francesco Laporta, terzetto teso a chiudere la stagione con acuti significativi, e Filippo Celli, passato al professionismo in occasione del DS Automobiles 79° Open d’Italia.

    (Cliccare sul titolo per contnuare a leggere)

Golf Story

  • I "tre moschettieri"
    e il super maestro
    del golf italiano
    I "tre moschettieri" e il super maestro del golf italiano 15/04/2021

    Da 2 al 5 settembre prossimo tornerà l’Open d’Italia. Sarà la 78ª edizione dell’evento nato nel 1925  che però in tanti anni ha espresso solo sei vincitori italiani, due capaci di fare doppietta, Ugo Grappasonni (1950-1954) e Francesco Molinari (2006-2016) che si sono affiancati a Francesco Pasquali, a segno dell’edizione inaugurale del 1925, Aldo Casera (1948), Baldovino Dassù (1976) e a Massimo Mannelli (1980). Tra i "magnifici sei" soffermiamo l’attenzione su Aldo Casera e Ugo Grappasonni, due esponenti dei mitici "Tre moschettieri" del golf italiano. 

    Del trio faceva parte anche Alfonso Angelini, che non ebbe mai la fortuna di vincere l’Open, ma che detiene un primato probabilmente destinato a perenne imbattibilità: si impose per ben dieci volte nel Campionato Nazionale Omnium, oggi Campionato Nazionale Open.  La loro storia si intreccia con quella di un altro grandissimo personaggio, Pietrino Manca "il maestro dei maestri" che ha trascorso tutta la sua vita al Circolo Golf Roma Acquasanta

    (Cliccare sul titolo per continuare a leggere)

Viaggi

Attualità

Cerca