Tra Bologna e Modena golf, gastronomia e motori

La Regione Emilia Romagna prende il suo nome dalla Via Emilia, l'antica strada romana che collega il mare Adriatico alle grandi pianure del nord, correndo da Rimini a Piacenza: un territorio adagiato tra gli Appennini, il Po e il mare Adriatico, che ha conservato intatto nel tempo un ricco patrimonio di tradizioni, costumi e storia. Le radici etrusche, celtiche, romane, longobarde e bizantine rendono unica e al tempo stesso poliedrica la fisionomia culturale di questa terra. Bologna, Ferrara, Ravenna e tutte le altre città d’arte della regione sono mete rinomate del turismo culturale, luoghi la cui storia si respira negli atri dei palazzi signorili ed è raccontata dalle mura che definiscono la geometria delle città.

Ma l'Emilia-Romagna è anche grande golf, eccellente gastronomia ed è la capitale dei motori. Lungo le 14 Strade dei Vini e dei Sapori, gli amanti dell'enogastronomia trovano oltre mille tappe fra aziende agricole, cantine, caseifici, prosciuttifici, agriturismi, botteghe artigianali e lungo la Via Emilia gli appassionati di motorismo possono conoscere da vicino i più grandi miti nati in questa Terra di Motori, dalla Ferrari alla Ducati, dalla Lamborghini alla Maserati.

L’Emilia-Romagna è anche golf, tanto golf e di qualità, con 25 ottimi percorsi da Campionato situati uno vicino all'altro, che possono accogliere i golfisti in ogni giorno dell’anno Un solo green fee per tutti i 25 tracciati, raggiungibili in pochi minuti di auto. Un percorso nuovo ogni giorno, una sfida interminabile ed affascinante. Tra i pacchetti uno dei più accattivanti è sicuramente quello che riguarda l’area di Bologna e Modena con alloggiamento in hotel bolognesi e quindi la possibilità di giocare su tre campi di diverse caratteristiche, ma tutti estremamente stimolanti.

I PERCORSI

Golf Club Bologna

Uno dei percorsi storici italiani, costruito nel 1959 e disegnato da Cotton & Harris, sorge su un terreno collinare di grande suggestione con bellissimi scorci panoramici che spaziano sulla collina circostante e sulla pianura. Il tracciato, costantemente aggiornato, ha ospitato più volte negli ultimi anni i Campionati Italiani Dilettanti oltre che numerose e qualificate gare per professionisti. La club house, sobria ed elegante, mirabilmente inserita nel paesaggio, costituisce il luogo ideale per gustare le raffinate proposte del ristorante del circolo più volte inserito fra i 10 migliori Ristoranti di Club italiani. La bella piscina, aperta da giugno a metà settembre, completa le proposte. Nel 2000 sono state apportate alcune modifiche al percorso da parte di Peter Alliss.

Golf Club Le Fonti

E’ inserito nell’affascinante Valle del Sillaro caratterizzata da un microclima mite e salubre, contornata da dolci colline. In questo ambiente si trovano importanti e suggestivi impianti e strutture salutistiche e termali (le Terme di Castel San Pietro ed il villaggio della Salute Più) nelle quali ritrovare il proprio benessere psicofisico abbinato al gioco del golf. Il percorso di 6.480 metri, 18 buche par 72 risulta estremamente vario e divertente sia per i giocatori più abili che per i principianti.

All’interno della club house si può trovare ristoro presso il qualificato ristorante che sviluppa con fantasia la vocazione enogastronomica del territorio abbinata ad una impareggiabile ospitalità. L’impianto golfistico, prospiciente agli stabilimenti termali ed ai margini della Città Medievale, offre congiuntamente e in armonia con il territorio circostante, un’ampia opportunità di servizi enogastronomici, ricreativi, culturali, sportivi e musicali per soddisfare un soggiorno piacevole e da ricordare. Nel 2006 e nel 2007 il Golf Club Le Fonti è stata sede della Qualifying School del Ladies European Tour e negli anni 2009, 2010 e 2011 ha ospitato tornei dell’Alps Tour. Dal 2007 è accreditato come sede del Centro Tecnico Federale Femminile ed al suo interno è inoltre attiva una sede della Blue Team Golf Academy.

Modena Golf & Country Club

Il Modena Golf & Country Club è situato in posizione strategica per essere raggiunto facilmente e velocemente da ogni direzione. Adagiato su un’area di oltre cento ettari e costruito seguendo il progetto del campione tedesco Bernhard Langer, assistito dall’architetto americano J. Jim Eng, di Boulder in Colorado, il percorso si pone, per le sue caratteristiche costruttive, fra i migliori d’Italia. Gli ampi green e tee, il disegno dei fairway, i cinque laghi artificiali ne fanno il tracciato ideale come sede per lo svolgimento di competizioni ad alto livello quali l’Open d’Italia, che ha celebrato su questo campo la sua 50a edizione. Il tracciato executive, l’ampio driving range e due campi da tennis completano le strutture sportive. Un ristorante nel quale gustare piatti raffinati o prelibatezze della cucina locale, un bar, due piscine, una sala biliardo, una palestra e le salette TV e per il gioco delle carte accolgono i giocatori ed i loro ospiti al termine delle “fatiche” golfistiche.

GLI ALBERGHI

Hotel Corona d’Oro

Se amate l'atmosfera delle antiche dimore cariche di storia, dovete conoscere l'Hotel Corona d'Oro, quattro stelle, nato agli inizi del 1800 nello storico palazzo Azzoguidi, a due passi dal cuore di Bologna. Completamente ristrutturato nel 2004, l’Hotel Corona d’Oro offre un comfort elegante, adeguato alle aspettative degli ospiti più esigenti. Un raffinato e inusuale percorso attraverso gli stili architettonici, dal gotico al rinascimento, fino al magnifico liberty con camere e suite ospitali e silenziose, tutte di altissimo livello. L’albergo è dotato anche di sale per congressi, meeting, esposizioni, con accesso indipendente. La dimora “simbolo” della bella epoque a Bologna, soggiorno degli ospiti più illustri in città. Un’esperienza da non perdere. In posizione ideale per raggiungere i campi da golf di Bologna (15 km), Le Fonti (20 km) e Modena (35 km).

Savoia Hotel Regency

Il Savoia Hotel Regency, 4 stelle S, è il punto d’incontro ideale per chi desidera il massimo dei comfort, in un ambiente raffinato, dove l’ospitalità rappresenta il segno distintivo che, da sempre, contraddistingue la famiglia Trombetti. L’hotel riprende lo stile delle ville del settecento, dove lo spazio ritorna ad essere l’elemento principale: tutto è stato pensato per garantire agli ospiti ampie zone relax e piacere, sia nelle aree interne che all’esterno. L'albergo si sviluppa su un'area di 10.000 mq, il corpo principale è a forma di "U" e fa da cornice ad una meravigliosa piscina all’aperto con vista sul lussureggiante parco. L'ampia e lussuosa hall, con seminato alla veneziana e lampadari di cristallo, si affaccia sul giardino pensile in stile liberty con fontane e palme. I due piani superiori dispongono di 72 camere doppie da 18 a 26 mq, con tutti i comfort. Le due torrette formano il terzo piano occupato esclusivamente da sei business-suite e due suite con idromassaggio, sauna e terrazzo solarium. Il roof garden situato all’ultimo piano dell’hotel é il luogo incantevole per un gustoso aperitivo, mentre il ristorante Garganelli delizia gli ospiti con i piatti della migliore tradizione Bolognese. Il piano interrato dispone di una comodo ed ampio parcheggio privato e di un centro fitness. Il centro congressi è dotato delle più moderne tecnologie e attrezzature e offre diverse opzioni e grandi disponibilità di spazi. L'hotel è situato a pochi minuti dal centro di Bologna, è facilmente raggiungibile e si trova in comoda posizione per raggiungere in pochi minuti i campi da golf.

I PACCHETTI

Savoia Hotel Regency (4 stelle Superior - Bologna)

5 notti B&B + 4 green fee (Bologna, Le Fonti & Modena) Euro 430,00 (per persona in camera doppia)

Hotel Corona d’Oro (4 stelle Lusso – Bologna)

4 notti B&B + 3 green fee (Bologna, Le Fonti & Modena) Euro 435,00 (per persona in camera doppia)

 

Per informazioni, vendita e quotazione pacchetti turistici e prenotazioni alberghi e Tee Times:

Emilia Romagna Golf c/o Cervia Turismo Via Evangelisti 4 48015 Cervia (Ravenna)

Tel.: 0544.916280 / 72424 Fax: 0544.972911

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Web site: www.emiliaromagnagolf.com

Primo piano

  • Ben Hogan
    la perfezione
    Ben Hogan, la perfezione 16/02/2021

    Era un mediocre giocatore sul punto di lasciare il tour. Poi ebbe l’ispirazione: rivoluzionò la tecnica dello swing e nacque un mito. La sua storia

    Fu chiamato “the hawk”, lo sparviero, ma nessuno vedendolo giocare agli inizi della carriera avrebbe potuto ravvisare in Ben Hogan uno dei più grandi giocatori di golf di tutti i tempi. Nella sua splendida carriera ha conquistato ben nove titoli major, primo a vincerne tre nella stessa stagione, impresa emulata solo da Tiger Woods nel 2000. Hogan è scomparso il 25 luglio 1997 a Fort Worth, nel Texas, stato dove era nato il 13 agosto 1912, a Dublin.

    Hogan non ebbe una infanzia facile. La sua famiglia era povera e a dieci anni fu costretto ad andare a lavorare come caddie. Fu un segno del destino indelebile nella sua vita futura. A diciassette anni decise di intraprendere la carriera professionistica dando fondo ai suoi risparmi, ma i risultati sperati non vennero. I soldi finirono presto e fu costretto a enormi sacrifici per sostenere i costi di tre anni assolutamente frustranti. Così decise di dedicarsi all’insegnamento, trovando un posto nel club di Fort Worth. 

    (Per continuare cliccare sul titolo)

Golf Story

  • Masters: come è nata
    la sua leggenda
    Masters: come è nata la sua leggenda 06/11/2020

    La storia del Masters, ufficialmente iniziata nel 1934, forse si dovrebbe retrodatare di otto anni, perché senza l’uragano che investì la Florida nel settembre del 1926 gli eventi avrebbero preso sicuramente una strada diversa, magari senza neanche partire da Augusta. Ma andiamo con ordine. L’Augusta National rappresenta la realizzazione di un sogno di Robert Tyre Jones, detto Bobby, uno dei più grandi giocatori di tutti i tempi. Voleva fondare un circolo dove le tradizioni del gioco, alle quali era profondamente attaccato, fossero non solo osservate ma anche tramandate, ma desiderava anche un club in cui poter giocare insieme agli amici in un ambiente tranquillo, lontano dagli sguardi degli spettatori.

    Questa idea se l’era portata dietro per tutta la carriera da giocatore e, nel 1930, quando si ritirò dall’attività agonistica ad appena 28 anni, decise che era il momento di portarla a compimento. In quell’anno Jones aveva compiuto la più straordinaria impresa golfistica che si potesse immaginare: vincere i quattro major dell’epoca, diversi da quelli attuali... (continua cliccando sul titolo dell'articolo)

Viaggi

Attualità

Cerca