15 Febbraio 2020

90° Portuguese International Amateur Championship

La buca 18 del Golf Nazionale La buca 18 del Golf Nazionale

Lucas Nicolas Fallotico e Gregorio De Leo si sono classificati all’undicesimo posto con 277 (-11) colpi nel 90° Portuguese International Amateur Championship disputato sul percorso del Montado Golf Resort (par 72) a Palmela in Portogallo.

Si è imposto con 269 (71 65 67 66, -19) l’inglese Harry Goddard che in un acceso finale ha superato di un colpo il francese Eduard Rousaud e il portoghese Pedro Lencart Silva (270, -18). Al quarto posto con 271 (-17) l’olandese Stan Kraai e al quinto con 274 (-14) l’inglese Joshua Bristow.

Hanno concluso in buona posizione Gregorio Albrandi e Alessio Battista, 16.i con 279 (-9), e sono terminati più indietro Andrea Romano, 28° con 283 (-5), Filippo Celli, 31° con 284 (-4), e Massimiliano Campigli, 38° con 287 (-1). Sono usciti al taglio dopo 54 buche Jacopo Albertoni, 51° con 214 (-2), Sebastiano Frau e Tommaso Zorzetto, 57.i con 215 (-1), Matteo Cristoni, 65° con 216 (par), e Leonardo Novella, 79° con 219 (+3).

Out dopo 36 buche: Davide Buchi e Dylan De Prosperis, 88.i con 148 (+4), Riccardo Bregoli, 94° con 149 (+5), Carlo Edoardo Lasi, 96° con 150 (+6), Adalberto Montini, 101° con 151 (+7), e Alessandro Gambetti, 109° con 155 (+11).

La Nations Cup, assegnata dopo due giri, è stata appannaggio con 273 (-15) colpi della Norvegia, seguita da Inghilterra 2 (274, -14), Spagna 1 e Spagna 2 (275, -13). Al 10° posto con 280 (-8) Italia 4 (Montini, Alibrandi, Albertoni), all’11° con 281 (-7) Italia 2 (Campigli, De Leo, Bechi) e al 12° con 282 (-6) Italia 3 (B

TERZO GIRO - La nebbia mattutina ha costretto a un cambio di programma nel 90° Portuguese International Amateur Championship che si sta svolgendo sul percorso del Montado Golf Resort (par 72). Essendoci a disposizione meno tempo, dopo circa tre ore di ritardo sulle partenze, è stato deciso di far giocare solo i primi 87 (su 120) concorrenti della classifica e di ritenere definitiva la graduatoria maturata dopo il secondo turno, anziché dopo il terzo, per l’assegnazione della Nations Cup. E’ rimasto invariato il taglio al termine del terzo giro che ha promosso i primi 40 e i pari merito al 40° posto per un totale di 43 concorrenti tra i quali sette italiani.

Sono al comando con 202 (-14) il portoghese Pedro Lencart Silva (68 69 65) e lo spagnolo Eduard Rousaud (68 68 66) tallonati a un colpo dall’inglese Harry Goddard, dall’olandese Stan Kraai e dal norvegese Herman Wibe Sekne (203, -13).

Sono al 16° posto con 209 (-7) Massimiliano Campigli (69 70 70) e Lucas Nicolas Fallotico (71 70 68) e sono rimasti in corsa anche Gregorio Alibrandi e Gregorio De Leo, 19.i con 210 (-6), Alessio Battista, 29° con 211 (-5), Andrea Romano e Filippo Celli, 37.i con 212 (-4). Sono usciti dopo 54 buche Jacopo Albertoni, 51° con 214 (-2), Sebastiano Frau e Tommaso Zorzetto, 57.i con 215 (-1), Matteo Cristoni, 65° con 216 (par), e Leonardo Novella, 79° con 219 (+3).

Out dopo 36 buche: Davide Buchi e Dylan De Prosperis, 88.i con 148 (+4), Riccardo Bregoli, 94° con 149 (+5), Carlo Edoardo Lasi, 96° con 150 (+6), Adalberto Montini, 101° con 151 (+7), e Alessandro Gambetti, 109° con 155 (+11).

La Nations Cup è stata appannaggio con 273 (-15) colpi della Norvegia, seguita da Inghilterra 2 (274, -14), Spagna 1 e Spagna 2 (275, -13). Al 10° posto con 280 (-8) Italia 4 (Montini, Alibrandi, Albertoni), all’11° con 281 (-7) Italia 2 (Campigli, De Leo, Bechi) e al 12° con 282 (-6) Italia 3 (Battista, Frau, Cristoni). Gli azzurri sono assistiti dai tecnici Alberto Binaghi e Alessandro Bandini.

SECONDO GIRO - Gregorio Alibrandi, risalito dal 49° al 13° posto con 138 (70 68, -6) colpi, dopo un 68 (-4), è il migliore tra gli italiani impegnati nel 90° Portuguese International Amateur Championship iniziato sul percorso del Montado Golf Resort (par 72), dove il 1° febbraio ha trionfato Alessia Nobilio nel torneo femminile. Sono passati a condurre con 134 (-10) lo spagnolo Alvaro Hernandez Cabezuela (68 66) e il norvegese Herman Wibe Sekne (68 66), che precedono di misura il tedesco Luc Breuer (135, -9).

Sono nella parte buona della classifica Massimiliano Campigli, 19° con 139 (-5), Lucas Nicolas Fallotico e Filippo Celli, 34.i con 141 (-3), e sono appena oltre la linea del taglio, che dopo tre giri lascerà in gara i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto, Gregorio De Leo, Sebastiano Frau, Tommaso Zorzetto e Alessio Battista, 46.i con 142 (-2), e ha un colpo in più Jacopo Albertoni, 52° con 143 (-1). Più attardati Andrea Romano, 67° con 145 (+1), Matteo Cristoni e Leonardo Novella, 73.i con 146 (+2), Davide Buchi e Dylan De Prosperis, 88.i con 148 (+4), Riccardo Bregoli, 94° con 149 (+5), Carlo Edoardo Lasi, 96° con 150 (+6), Adalberto Montini, 101° con 151 (+7), e Alessandro Gambetti, 109° con 155 (+11).

Nella Nations Cup, che verrà assegnata dopo 54 buche, è  al vertice con 273 (-15) colpi la Norvegia, seguita da Inghilterra 2 (274, -14), Spagna 1 e Spagna 2 /275, -13). Al 10° posto con 280 (-8) Italia 4 (Montini, Alibrandi, Albertoni), all’11° con 281 (-7) Italia 2 (Campigli, De Leo, Bechi) e al 12° con 282 (-6) Italia 3 (Battista, Frau, Cristoni). Gli azzurri sono assistiti dai tecnici Alberto Binaghi e Alessandro Bandini.

PRIMO GIRO - Sebastiano Frau e Alessio Battista sono nel gruppo di 17 concorrenti al sesto posto con 68 (-4) colpi nel 90° Portuguese International Amateur Championship iniziato sul percorso del Montado Golf Resort (par 72), dove il 1° febbraio ha trionfato Alessia Nobilio nel torneo femminile.

In una classifica cortissima i due azzurri hanno un colpo di ritardo dal quintetto di testa con 67 (-5) composto dal portoghese Lucas Lopes Azinheiro, dagli inglesi Sam Broadhurst e Thomas Plumb, dal finlandese Jaapo Jamsa e dal tedesco Luc Breuer.

Così gli altri italiani: 23.i con 69 (-3) Massimiliano Campigli e Filippo Celli, 31.i con 70 (-2) Gregorio Alibrandi e Gregorio De Leo, 49° con 71 (-) Lucas Nicolas Fallotico, 64.i con 72 (par) Jacopo Albertoni e Dylan De Prosperis, 71.i con 73 (+1) Andrea Romano e Riccardo Bregoli, 84.i con 74 (+2) Leonardo Novella, Matteo Cristoni e Tommaso Zorzetto, 93.i con 75 (+3) Davide Buchi e Carlo Edoardo Lasi, 111° con 78 (+6) Alessandro Gambetti e 117° con 81 (+9) Adalberto Montini.

Nella Nations Cup, che verrà assegnata dopo 54 buche, sono in vetta con 136 (-8) Italia 3 (Battista, Frau, Cristoni), Spagna 2 e Inghilterra, seguite da Germania e Spagna 1 (138, -6). Al sesto posto con 139 (-5) Italia 2  (Campigli, De Leo, Bechi) e al 15° con 142 (-2) Italia 4 (Montini, Alibrandi, Albertoni) e Italia 1 (Romano, Celli, Bregoli).

Il torneo si svolge sulla distanza di 72 buche, con taglio dopo 54 che lascerà in gara i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto. Dopo tre giri sarà assegnata la Nations Cup. Gli azzurri sono assistiti dai tecnici Alberto Binaghi e Alessandro Bandini.

LA VIGILIA - Gli azzurri tornano con la squadra maschile al Montado Golf Resort, dove il 1° febbraio ha trionfato Alessia Nobilio nel torneo femminile, e in cui avrà luogo il 90° Portuguese International Amateur Championship dal 12 al 15 febbraio.

Ben sedici i componenti del team: Jacopo Albertoni, Gregorio Alibrandi, Alessio Battista, Riccardo Bregoli, Davide Buchi, Massimiliano Campigli, Filippo Celli, Matteo Cristoni, Gregorio De Leo, Dylan De Prosperis, Lucas Nicolas Fallotico. Sebastiano Frau, Alessandro Gambetti, Carlo Edoardo Lasi, Adalberto Montini e Andrea Romano. Saranno assistiti dai tecnici Alberto Binaghi e Alessandro Bandini.

Il torneo si svolge sulla distanza di 72 buche, con taglio dopo 54 che lascerà in gara i primi 40 classificati e i pari merito al 40° posto. Dopo tre giri sarà assegnata la Nations Cup.

Primo piano

Golf Story

  • Masters: come è nata
    la sua leggenda
    Masters: come è nata la sua leggenda 12/10/2018

    L’Augusta National fu costruito su un terreno deestinato a un hotel di lusso, ma un catastrofico evento naturale ha cambiato gli eventi.

Viaggi

Attualità

Ricevi news dalla rivista Golf Moderno

Cerca