11 Settembre 2021

Alps: vince Edgar Catherine, 4° Pitoni

Edgar Catherine Edgar Catherine

Il francese Edgar Catherine ha vinto con 208 (72 68 68, -8) l’Alps de Andalucia (Alps Tour) all’Antoreta Golf Club (par 72) di Rincón de la Victoria, nei pressi di Malaga in Spagna, dove hanno concluso tra i top ten Stefano Pitoni, quarto con 213 (72 71 70, -3), e Stefano Mazzoli, settimo con 215 (74 68 73, -1).

Catherine ha lasciato a tre colpi lo spagnolo Gerard Piris Mateu (211, -5) e a quattro l’altro iberico Marcos Pastor (212, -4).

Hanno superato il taglio altri otto italiani: Cristiano Terragni e Alessandro Tadini, 13.i con 216 (par), il dilettante Davide Buchi, 16° con 217 (+1), Rocco Sanjust, 24° con 219 (+3), Edoardo Giletta, 33° con 221 (+5), Alessandro Notaro e Giulio Castagnara, 39.i con 222 (+6), e Jacopo Vecchi Fossa, 42° con 223 (+7), che era stato al vertice dopo il giro d’apertura. Catherine ha percepito un assegno di 5.800 euro su un montepremi di 40.000 euro.

 

SECONDO GIRO - Nel secondo giro dell’Alps de Andalucia (Alps Tour) all’Antoreta Golf Club (par 72) di Rincón de la Victoria, nei pressi di Malaga in Spagna, hanno ceduto Jacopo Vecchi Fossa, da primo a 15° con 144 (69 75, par), e Rocco Sanjust, da quinto a 27° con 146 (+2), e ora il migliore tra gli italiani è Stefano Mazzoli, settimo con 142 (74 68, -2). Nuovi leader con 138 (-6) lo spagnolo Daniel Berna Manzanares (69 69) e lo scozzese Ryan Lumsden (72 66), due titoli in stagione e altre tre top ten. Seguono con 140 (-4) Edgar Catherine e con 141 (-3) gli iberici Gerard Piris Mateu, Marcos Pastor e Antonio Hortal.

Sono rimasti in gara altri sette italiani: Stefano Pitoni, 12° con 143 (+1), Cristiano Terragni e Alessandro Notaro, stesso score di Sanjust, Alessandro Tadini e il dilettante Davide Buchi, 37.i con 147 (+3), Giulio Castagnara ed Edoardo Giletta, 42.i con 148 (+4). Fuori al taglio gli altri 15 al via. Il montepremi è di 40.000 euro con prima moneta di 5.800 euro.

 

PRIMO GIRO - Jacopo Vecchi Fossa, terzo nella money list, è al comando con 69 (-3, cinque birdie, due bogey) colpi nell’Alps de Andalucia (Alps Tour) all’Antoreta Golf Club (par 72) di Rincón de la Victoria, nei pressi di Malaga in Spagna, insieme al francese Franck Medale e agli spagnoli Daniel Berna Manzanares e José Luis Aderraga Gomez.

Al quinto posto, con un colpo di ritardo Rocco Sanjust e il transalpino Julien Foret (70, -2), al settimo con 71 (-1) il francese Augustin Hole e l’iberico Antonio Hortal e tra i dodici concorrenti al nono con 72 (par) Stefano Pitoni. Poco dietro Carlo Casalegno, Alessandro Notaro e il dilettante Davide Buchi, 21.i con 73 (+2), e Stefano Mazzoli, 35° con 74 (+2). Il montepremi è di 40.000 euro con prima moneta di 5.800 dollari.

 

LA VIGILIA - Comincia la volata finale dell’Alps Tour con il terzultimo appuntamento stagionale, l’Alps de Andalucia (9-11 settembre). All’Antoreta Golf Club di Rincón de la Victoria (Malaga) saranno 25 gli azzurri in gara in un evento che precede il Golf Nazionale Open (7-9 ottobre a Sutri, torneo inserito anche nel calendario dell’Italian Pro Tour) e il Grand Final (14-16 ottobre).

In Spagna (132 partenti) tra gli azzurri vi saranno Jacopo Vecchi Fossa, terzo nella money list, Gregorio De Leo, ottavo e alla sua seconda gara da professionista dopo il debutto nell’Open d’Italia), Stefano Mazzoli, nono, e Luca Cianchetti, undicesimo. Tra gli spagnoli non ci sarà Lucas Vacarisas, campione uscente, mentre lo scozzese Ryan Lumsden sarà quanto mai determinato a mantenere la leadership nell’ordine di merito. Il montepremi è di 40.000 euro con prima moneta di 5.800 dollari.

Primo piano

  • Olimpiadi: a Tokyo
    la quarta volta
    per il golf. La storia
    Olimpiadi: a Tokyo la quarta volta per il golf. La storia 25/07/2021

    A Tokyo 2020 il golf sarà di scena per la quarta volta nella storia delle Olimpiadi iniziata nel 1896 ad Atene in Grecia. Le gare si svolgeranno al Kasumigaseki Country Club di Saitomo, dal 29 luglio al 1 agosto quella maschile e dal 4 al 7 agosto quella femminile. In campo 120 giocatori, 60 uomini e altrettante donne che competeranno sulla distanza di 72 buche, senza taglio. Difenderanno i colori azzurri Guido Migliozzi e Renato Paratore (che vinse l’oro ai Giochi Giovanili nel 2014) e tra le 60 donne vi saranno Giulia Molinaro (alla seconda Olimpiade dopo Rio 2016) e Lucrezia Colombotto Rosso.

    Il percorso, stato inaugurato nel 1929, è uno dei più famosi del Giappone, il primo ad avere avuto 18 buche. Ha subito quasi immediatamente un restyling nel 1930 ad opera dell’architetto Charles Hugh Alison e nel 2016 Jim Fazio gli ha dato la configurazione attuale. 

    Il golf nel 1900 e nel 1904 – Il golf apparve ai Giochi Olimpici per la prima volta nel 1900 a Parigi. L’oro maschile nel golf toccò allo statunitense Charles Sands. (Cliccare sul titolo per continuare)

Golf Story

  • I "tre moschettieri"
    e il super maestro
    del golf italiano
    I "tre moschettieri" e il super maestro del golf italiano 15/04/2021

    Da 2 al 5 settembre prossimo tornerà l’Open d’Italia. Sarà la 78ª edizione dell’evento nato nel 1925  che però in tanti anni ha espresso solo sei vincitori italiani, due capaci di fare doppietta, Ugo Grappasonni (1950-1954) e Francesco Molinari (2006-2016) che si sono affiancati a Francesco Pasquali, a segno dell’edizione inaugurale del 1925, Aldo Casera (1948), Baldovino Dassù (1976) e a Massimo Mannelli (1980). Tra i "magnifici sei" soffermiamo l’attenzione su Aldo Casera e Ugo Grappasonni, due esponenti dei mitici "Tre moschettieri" del golf italiano. 

    Del trio faceva parte anche Alfonso Angelini, che non ebbe mai la fortuna di vincere l’Open, ma che detiene un primato probabilmente destinato a perenne imbattibilità: si impose per ben dieci volte nel Campionato Nazionale Omnium, oggi Campionato Nazionale Open.  La loro storia si intreccia con quella di un altro grandissimo personaggio, Pietrino Manca "il maestro dei maestri" che ha trascorso tutta la sua vita al Circolo Golf Roma Acquasanta

    (Cliccare sul titolo per continuare a leggere)

Viaggi

Attualità

Cerca