07 Novembre 2020

Symetra: Kinhult domina e va sul LPGA Tour

Frida Kinhult Frida Kinhult

Vera impresa della svedese Frida Kinhult che ha dominato, dopo una corsa di testa, nel Symetra Tour Championship, vinto con 278 (68 71 69 70, -10) colpi, e che con il successo si è guadagnata una delle cinque ‘carte’ per il LPGA Tour 2021, riservate alle prime cinque dell’ordine di merito, essendosi portata dal 24° al quarto posto.

Sul percorso del River Run Country Club (par 72), a Davidson nel North Carolina, nella decima e ultima gara stagionale, Frida Kinhult, 21enne di Fiskebäckskil, nel 2019 numero uno del ranking dilettanti femminile, passata di categoria nello scorso dicembre e al primo titolo sul circuito, ha preso il vantaggio decisivo di sei colpi sulle inseguitrici nel terzo turno e poi nel quarto si è messa al riparo da sorprese con una partenza sprint fatta di cinque birdie in dieci buche, per poi mollare tanto da segnare tre bogey, chiudendo in 70 (-2) ma in assoluta sicurezza. Infatti hanno accusato un ritardo di quattro colpi Demi Runas (282, -6) e di sei Sierra Brooks (284, -4). In quarta posizione con 285 (-2) Laura Wearn, che ha mancato di misura il passaggio al circuito superiore, mentre è riuscita a  entrare tra le promosse con un bel recupero finale Janie Jackson, quinta con 287 (-1) insieme alla dilettante australiana Gabriela Ruffels. La Jackson, ottava prima del torneo nella money list, ha occupato la quinta piazza.

Regina del circuito la slovena Ana Belac alla quale è bastato il 26° posto con 295 (+7), per superare la spagnola Fatima Fernandez Cano, che era leader dell’ordine di merito e sicura di non uscire dalle prime cinque tanto da rinunciare a partecipare al torneo. Ha mantenuto la terza posizione Kim Kaufman, anche senza una prova brillante (29ª con 296, +8), quindi, come detto, in quarta la Kinhult e in quinta la Jackson. Grossa delusione per la taiwanese Peiyun Chien (34ª con 298, +10) e per Bailey Tardy (38ª con 299, +11) rimaste fuori dal quintetto dove erano prima dell’evento. Non ha superato il taglio dopo 36 buche Roberta Liti, 61ª con 153 (77 76, +9) e fuori per un colpo, che ha concluso la stagione al 37° posto nella money list. A Frida Kinhult è andato un assegno di 28.250 dollari su un montepremi di 175.000 dollari.

TERZO GIRO - La svedese Frida Kinhult ha preso decisamente il largo nel Symetra Tour Championship dove con lo score di 208 (68 71 69, -8) ha portato a sei i colpi di margine sulle prime inseguitrici, Sierra Brooks e Laura Wearn (214, -2) con la quale condivideva la leadership dopo due turni. Sul percorso del River Run Country Club (par 72), a Davidson nel North Carolina, nella decima e ultima gara del Symetra Tour - il secondo circuito femminile statunitense - al termine della quale verranno assegnate cinque ‘carte’ per il LPGA Tour che andranno alle prime cinque classificate nella money list, è al quarto posto con 215 (-1) Lee Lopez e al quinto con 216 (par) Samantha Wagner, Demi Runas e la dilettante australiana Gabriela Ruffels.

Situazione tutta da decifrare a un giro dal termine per quel concerne l’assegnazione delle cinque ‘carte’ e una sola certezza, ossia la promozione al circuito maggiore, comunque vada, della spagnola Fatima Fernandez Cano, che non avendo preso parte alla gara perderà quasi sicuramente il primo posto nella money list, ma con la certezza che non potrà uscire dalle prime cinque posizioni.

Non sono invece sicure di approdare alla meta le quattro che la seguono in classifica e che non stanno fornendo una prestazione adeguata. La seconda nell’ordine di merito, la slovena Ana Belac, è 27ª con 222 (+6), la taiwanese Peiyun Chien (5ª OM) 39ª con 225 (+9), Bailey Tardy (4ª OM) 46ª con 227 (+11) e Kim Kaufman (3ª OM) 51ª con 228 (+12). Con l’attuale graduatoria salirebbero sul circuito maggiore nell’ordine Belac, Fernandez Cano, Wearn, Kaufman e Kinhult. Andrebbero fuori Tardy e Chien. Non ha superato il taglio dopo 36 buche Roberta Liti, 61ª con 153 (77 76, +9) e fuori per un colpo. Il montepremi è di 175.000 dollari.

SECONDO GIRO - La svedese Frida Kinhult è rimasta al comando con 139 (68 71, -5) colpi nel Symetra Tour Championship, ma è cambiata la sua compagna di viaggio che ora è Laura Wearn (139 - 72 67), la quale è subentrata a Kendra Dalton, da prima a 38ª con 150 (+6) dopo un 82 (+10).

Sul percorso del River Run Country Club (par 72), a Davidson nel North Carolina, nella decima e ultima gara del Symetra Tour - il secondo circuito femminile statunitense - al termine della quale verranno assegnate cinque ‘carte’ per il LPGA Tour che andranno alle prime cinque classificate nella money list, è uscita al taglio Roberta Liti, 61ª con 153 (77 76, +9) e fuori per un colpo, che comunque non era in corsa per questo obiettivo.

La coppia di testa ha un vantaggio di tre colpi su Sierra Brooks e sulla danese Malene Krolboll Hansen (142, -2) e di quattro su Demi Runas e sulla tedesca Greta Isabella Voelker (143, -1), le altre sole quattro concorrenti che hanno girato sotto par.

Nella corsa alle ‘carte’ si sono prepotentemente proposte le due leader e la situazione è piuttosto fluida. Anche se ha rinunciato al torneo non correrà rischi la spagnola Fatima Fernandez Cano, attuale leader della money list, che ha ormai assicurata una delle ‘carte’, mentre le altre quattro che la seguono non stanno andando molto bene e stanno rischiando. La taiwanese Peiyun Chien (5ª nell’ordine di merito) e la slovena Ana Belac (2ª OM) sono 32.e con 149 (+5), Kim Kaufman (3ª OM) e Bailey Tardy (4ª OM) 47.e con 151 (+7). Con questa classifica se vincesse la Wearn (10ª OM) sarebbero promosse al circuito maggiore nell’ordine la stessa Wearn, Belac, Fernandez Cano, Kaufman e Tardy e con un successo della Kinhult passerebbero Belac, Wearn, Fernandez Cano, Kaufman e la svedese. Il montepremi è di 175.000 dollari.

PRIMO GIRO - Roberta Liti, 52ª con 77 (+5) colpi, è a metà classifica nel Symetra Tour Championship, decima e ultima gara del Symetra Tour - il secondo circuito femminile statunitense - al termine della quale si assegneranno cinque ‘carte’ per il LPGA Tour che andranno alle prime cinque classificate nella money list.

Sul percorso del River Run Country Club (par 72), a Davidson nel North Carolina, condividono la leadership con 68 (-4) colpi Kendra Dalton e la svedese Frida Kinhult, che precedono di un colpo Samantha Wagner (69, -3) e di due Sierra Sims e la finlandese Matilde Castren (70, -2). Tra le giocatrici in sesta posizione con 71 (-1) Janie Jackson, ottava nell’ordine di merito, che ha possibilità di entrare tra le promosse al circuito superiore.

Tra l’altro la lotta è aperta perché a parte un posto che spetterà alla spagnola Fatima Fernandez Cano, leader ormai sicura della ‘carta’ e assente nell’occasione, le altre che la seguono in graduatoria non hanno brillato nel primo turno. La slovena Ana Belac (2ª), vincitrice del precedente Carolina Classic, e Kim Kaufman (3ª) sono 29.e con 74 (+2), la taiwanese Peiyun Chien (5ª) ha lo stesso score della Liti, che è fuori dalla corsa poiché lontana dalle prime posizioni della money list, e Bailey Tardy (4ª) è 59ª con 78 (+6), in bilico sulla linea del taglio.

Kendra Dalton, 24enne di Poughquag (New York) al secondo anno di tour senza titoli, ha segnato sei birdie e due bogey. Frida Kinhult, 21enne di Fiskebäckskil, rookie sul circuito e anche lei in cerca del primo successo, ha tenuto lo stesso passo con cinque birdie e un bogey. Il montepremi è di 175.000 dollari.

LA VIGILIA - Volata finale per conquistare le cinque ‘carte’ che andranno alle prime cinque della money list nel Symetra Tour Championship (3-6 novembre), decima e ultima gara del Symetra Tour, il secondo circuito femminile statunitense.

Sul percorso del River Run Country Club, a Davidson nel North Carolina, sarà al via, tra le 84 concorrenti, Roberta Liti in bella condizione nelle ultime uscite con un quinto posto nel Symetra Classic e l’undicesimo la scorsa settimana nel Carolina Classic. Trentesima nella money list non potrà concorrere per le ‘carte’, ma si è assicurata comunque il posto nel circuito per la prossima stagione.

In gara nove delle prime undici dell’ordine di merito con l’assenza della spagnola Fatima Fernandez Cano, leader con un vantaggio abbastanza rassicurante sulla sesta: probabilmente perderà la leadership, ma non la ‘carta’ che già ha in tasca. Forfait anche della cinese Ruixin Liu, nona e ovviamente fuori gioco.

A difesa della posizione la slovena Ana Belac, salita al secondo posto con il successo nel Carolina Classic, e le tre che la seguono, Kim Kaufmann, unica tra le top cinque che non ha vinto in stagione, Bailey Tardy e la taiwanese Peiyun Chien. Puntano a recuperare, ma non debbono classificarsi oltre la quarta piazza, e comunque anche dipendendo dal risultato di chi le precede, l’emergente Lucy Li, Anna Redding, Janie Jackson, Laura Wearn e Lauren Coughlin. Le prime della classe non saranno, però, le sole a puntare al titolo, perché avranno motivazioni anche altre concorrenti, pur non potendo pensare alle ‘carte’, quali Marissa Steen, Savannah Vilaubi, Sierra Brooks, Sarah White, la finlandese Matilda

Primo piano

  • Masters: come è nata
    la sua leggenda
    Masters: come è nata la sua leggenda 06/11/2020

    L’Augusta National fu costruito su un terreno deestinato a un hotel di lusso, ma un catastrofico evento naturale ha cambiato gli eventi.

Golf Story

  • Tre moschettieri
    e un super maestro
    Tre moschettieri e un super maestro 11/06/2018

    Ugo Grappasonni, Aldo Casera e Alfonso Angelini fanno parte della storia del golf italiano. E con loro il "maestro dei maestri" Pietro Manca.

Viaggi

Attualità

Cerca