17 Luglio 2021

Dutch Junior Open: olandesi a spasso

Golf Club Toxandria Golf Club Toxandria

Si è concluso al Golf Club Toxandria (par 72( di Molenschot in Olanda, il Dutch Junior Open dove i migliori italiani sono stati Tommaso Rossin, nono tra i Boys, e Rebecca Galasso, sesta tra le Girls. Dominio dei padroni di casa, e non poteva essere altrimenti poiché erano in assoluta preponderanza, che hanno ottenuto entrambi i titoli.

Nella gara maschile si è imposto con 210 (70 70 70, -6) il regolarissimo Felix van Dijk che ha preceduto Nevill Ruiter (211, -5) e Kiet van der Weele (212, -4). Rossin ha concluso con 217 (70 75 72, +1) colpi, uno in meno di Filippo Ponzano, decimo con 218 (+2) Subito dietro Neri Checcucci e Nicola Fontana, 14.i con 220 (+4), quindi Pietro Boeris e Michele Ferrero, 17.i con 221 (+5), Filippo Bagnoli, 22° con 222 (+6), Luca Memeo e Alessio Battista, 25.i con 223 (+7), ed Eugenio Berardi, 30° con 224 (+8). Sono usciti al taglio Andrea Zancolo (159, +15) e Giancarlo Sari (160, +16). Hanno accompagnato il team ufficiale azzurro gli allenatori Marco Soffietti e Carlo Basciu.

Nel campionato femminile ha prevalso con 218 (72 71 75, +2) colpi Roxanne Boere accompagnata sul podio da Noa van Beek (220, +4) e dalla tedesca Uma Bergner (222, +6). Rebecca Galasso ha segnato 227 (75 78 74, +11) colpi e Giulia Scarcello è terminata settima con 229 (+13).

Entrambi i tornei, a causa del maltempo che ha impedito lo svolgimento del gioco nella seconda giornata, sono stati ridotti da 72 a 54 buche e il taglio è stato anticipato a 36.

 

TERZA GIORNATA - Dopo una giornata di stop per maltempo è ripreso il Dutch Junior Open sul percorso Golf Club Toxandria (par 72) a Molenschot in Olanda, con torneo che è stato ridotto da 72 a 54 buche e con taglio che è stato effettuato dopo due turni anziché tre.

Nella gara maschile strapotere dei padroni di casa ai quali stanno cercando di contrapporsi Filippo Ponzano (72 73) e Tommaso Rossin (70 75), ottavi con 145 (+1), e unici due “infiltrati” non olandesi tra i primi undici classificati. In vetta con 140 (-4) Lars van der Vight, Nevill Ruiter e Felix van Dijk che precedono di due lunghezze Kiet van der Weele e Jorden Bing Jurriens.

Hanno superato il taglio (caduto a 155, +11) cinquantadue concorrenti tra i quali altri otto giocatori italiani: Nicola Fontana e Michele Ferrero, 13.i con 147 (+3), Neri Checcucci, Pietro Boeri e Filippo Bagnoli, 19.i con 149 (+5), Luca Memeo ed Eugenio Bernardi, 26.i con 150 (+6), e Alessio Battista, 36° con 152 (+8). Sono usciti Andrea Zancolo (159, +15) e Giancarlo Sari (160, +16). Accompagnano il team ufficiale azzurro gli allenatori Marco Soffietti e Carlo Basciu.

Nel torneo femminile quinta piazza con 151 (72 79, +7) per Giulia Scarcello e nona con 153 (75 78, +9) per Rebecca Galasso. Leader con 143 (-1) le olandesi Noa van Beek (72 71) e Rosanne Boere (72 71) seguite dalla spagnola Mar Garcia Jimenez (147, +3) e dalla tedesca Sophie Bohlhoff (148, +4).

 

SSECONDA IORNATA ANNULLATA - Il maltempo ha impedito lo svolgimento della seconda giornata del torneo.

 

PRIMA GIORNATA - Partenza sprint dei giocatori italiani nel Dutch Junior Open che si sta disputando sul percorso Golf Club Toxandria (par 72) a Molenschot in Olanda dove Tommaso Rossin è in vetta al torneo maschile e Giulia Scarcello in quello femminile.

Tommaso Rossin ha girato in 72 (par) colpi e condivide la posizione con l’olandese Felix Van Dijk, ma sono a un solo colpo Michele Ferrero e Flippo Bagnoli terzi con 71 (-1) alla pari con altri due olandesi, Nevill Ruiter e Thom Hoetmer. In alta classifica anche Filippo Ponzano, settimo con 72 (par), Pietro Boeris, 13° con 73 (+1), e Nicola Fontana, 16° con 74 (+2).

Seguono Eugenio Berardi, 23° con 75 (+3), Alessio Battista, 35° con 77 (+5), Luca Memeo e Neri Checcucci, 42.i con 78 (+6), Giancarlo Sari, 62° con 81 (+9), e Andrea Zancolo, 67° con 82 (+10).Accompagnano il team ufficiale azzurro gli allenatori Marco Soffietti e Carlo Basciu.

Nella gara femminile Giulia Scarcello ha concluso in 72 (par) colpi insieme alle olandesi Noa van Beek e Rosanne Boere. In quarta posizione con 73 (+1) la tedesca Sophie Bohlhoff e in quinta con 75 (+3) l’altra italiana in gara, Rebecca Galasso.

Entrambe le competizioni si svolgono sulla distanza di 72 buche con formula stroke play: dopo le prime 54 accederanno al turno conclusivo il 50% dei giocatori e delle giocatrici partecipanti. Nell’albo d’oro quattro azzurri: tra i Boys Francesco Laporta (2010) e tra le Girls  Marika Preti (1992), Eva Nardi (1996) e Gaia Spreafico (1997).

 

LA VIGILIA - Sul percorso del Golf Club Toxandria a Molenschot in Olanda va in onda il Dutch Junior Open (14-17 luglio) al quale prendono parte tredici azzurri (tre a titolo individuale) nel torneo maschile e tre, tutte a titolo individuale, nel femminile.

Compongono il team ufficiale azzurro Alessio Battista, Nicola Fontana, Eugenio Bernardi, Neri Checcucci, Filippo Ponzano, Filippo Bagnoli, Tommaso Rossin, Luca Memeo, Michele Ferrero e Giancarlo Sari che saranno assistiti da Marco Soffietti e Carlo Basciu. In gara anche Pietro Boeris, Riccardo Ciardelli e Andrea Zancolo, mentre giocheranno nella gara femminile Vittoria Acutis Guia, Rebecca Galasso e Giulia Scarcello.

Entrambe le competizioni si svolgeranno sulla distanza di 72 buche con formula stroke play: dopo le prime 54 accederanno al turno conclusivo il 50% dei giocatori e delle giocatrici partecipanti. Nell’albo d’oro quattro azzurri: tra i Boys Francesco Laporta (2010) e tra le Girls  Marika Preti (1992), Eva Nardi (1996) e Gaia Spreafico (1997).

 

Primo piano

  • Olimpiadi: a Tokyo
    sara la quarta volta
    per il golf. La storia
    Olimpiadi: a Tokyo sarà la quarta volta per il golf. La storia 25/07/2021

    A Tokyo 2020 il golf sarà di scena per la quarta volta nella storia delle Olimpiadi iniziata nel 1896 ad Atene in Grecia. Le gare si svolgeranno al Kasumigaseki Country Club di Saitomo, dal 29 luglio al 1 agosto quella maschile e dal 4 al 7 agosto quella femminile. In campo 120 giocatori, 60 uomini e altrettante donne che competeranno sulla distanza di 72 buche, senza taglio. Difenderanno i colori azzurri Guido Migliozzi e Renato Paratore (che vinse l’oro ai Giochi Giovanili nel 2014) e tra le 60 donne vi saranno Giulia Molinaro (alla seconda Olimpiade dopo Rio 2016) e Lucrezia Colombotto Rosso.

    Il percorso, stato inaugurato nel 1929, è uno dei più famosi del Giappone, il primo ad avere avuto 18 buche. Ha subito quasi immediatamente un restyling nel 1930 ad opera dell’architetto Charles Hugh Alison e nel 2016 Jim Fazio gli ha dato la configurazione attuale. 

    Il golf nel 1900 e nel 1904 – Il golf apparve ai Giochi Olimpici per la prima volta nel 1900 a Parigi. L’oro maschile nel golf toccò allo statunitense Charles Sands. (Cliccare sul titolo per continuare)

Golf Story

  • I "tre moschettieri"
    e il super maestro
    del golf italiano
    I "tre moschettieri" e il super maestro del golf italiano 15/04/2021

    Da 2 al 5 settembre prossimo tornerà l’Open d’Italia. Sarà la 78ª edizione dell’evento nato nel 1925  che però in tanti anni ha espresso solo sei vincitori italiani, due capaci di fare doppietta, Ugo Grappasonni (1950-1954) e Francesco Molinari (2006-2016) che si sono affiancati a Francesco Pasquali, a segno dell’edizione inaugurale del 1925, Aldo Casera (1948), Baldovino Dassù (1976) e a Massimo Mannelli (1980). Tra i "magnifici sei" soffermiamo l’attenzione su Aldo Casera e Ugo Grappasonni, due esponenti dei mitici "Tre moschettieri" del golf italiano. 

    Del trio faceva parte anche Alfonso Angelini, che non ebbe mai la fortuna di vincere l’Open, ma che detiene un primato probabilmente destinato a perenne imbattibilità: si impose per ben dieci volte nel Campionato Nazionale Omnium, oggi Campionato Nazionale Open.  La loro storia si intreccia con quella di un altro grandissimo personaggio, Pietrino Manca "il maestro dei maestri" che ha trascorso tutta la sua vita al Circolo Golf Roma Acquasanta

    (Cliccare sul titolo per continuare a leggere)

Viaggi

Attualità

Cerca